Il consiglio direttivo Asfor conferma il presidente Marco Vergeat

Il consiglio direttivo Asfor conferma il presidente Marco Vergeat

Con lui i vicepresidenti Giorgio Colombo ed Elisabetta Salvati

Asfor apre il nuovo anno con la nomina dei vertici associativi. Il consiglio direttivo dell’associazione, rinnovato dall’assemblea dei soci lo scorso 15 dicembre, ha rieletto all’unanimità
il presidente Marco Vergeat, che ha intrapreso il suo secondo mandato proponendo la riconferma dei vicepresidenti Giorgio Colombo ed Elisabetta Salvati, accolta a pieni voti.

Un segnale forte di continuità, che inaugura l’anno del cinquantenario dell’associazione ed esprime l’apprezzamento del consiglio e dell’intera base associativa per l’importante lavoro svolto nel triennio 2018-2020, la cui validità ha trovato conferma nel dinamismo, nella capacità di iniziativa e nei risultati di questo ultimo e più difficile anno.
La strategia di sviluppo dell’associazione e l’ampliamento del suo raggio di influenza puntano a consolidare la direzione intrapresa negli ultimi anni, con l’impegno a favore della cultura
manageriale italiana, per una società più consapevole, giusta e sostenibile.
I principali obiettivi per il prossimo triennio includono il significativo incremento della base associativa, il rafforzamento delle relazioni con il mondo delle imprese, della ricerca, delle
istituzioni, il consolidamento e l’evoluzione del sistema di accreditamento, l’incremento delle partnership con altre importanti associazioni. Attraverso progettualità e capacità di iniziativa, il sistema associativo Asfor punterà al pieno riconoscimento sostanziale e formale del comparto della formazione manageriale come leva di sviluppo e cambiamento socioeconomico del Paese.

“Questa è la visione che ci ispira e che ci guida nello scrivere, con determinazione ed entusiasmo, nuove pagine della storia della nostra associazione. I cinquant’anni di Asfor che ricorrono quest’anno sono una eredità importante. Saranno l’occasione per iniziative di approfondimento e confronto sui temi caldi della realtà contemporanea e del futuro. Da una parte questa ricorrenza e questa eredità ci riempiono di orgoglio, dall’altra ci richiamano alla nostra responsabilità, quella di sfruttare appieno e nel migliore dei modi le potenzialità della nostra rete di scuole di management, università, grandi imprese e società di formazione per far evolvere e diffondere una nuova cultura manageriale”, afferma Marco Vergeat.

Il consiglio direttivo di Asfor, in carica fino al 2023, è composto da Tommaso Agasisti – MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business; Primo Baravelli – AIAS Academy; Stefano
Blanco – Fondazione Collegio delle Università Milanesi, Roberto Brambilla – Università Cattolica del Sacro Cuore, Alte Scuole; Manuela Brusoni – SDA Bocconi School of Management,
Mauro Capitanio – Fondazione Consulenti per il Lavoro; Maria Caramazza – Fondazione ISTUD per la Cultura d’Impresa e di Gestione; Giorgio Colombo - EDISON S.p.A. - Direzione
Personale e Organizzazione; Sabrina Dubbini – ISTAO Istituto Adriano Olivetti di Studi per la Gestione dell'Economia e delle Aziende; Francesco Gatto – Fondazione CUOA; Valentina
Gramolini – Assicurazioni Generali SpA - Generali Academy Italia; Vincenzo Maggioni – STOA’ S.c.p.A. - Istituto di Studi per la Direzione e Gestione di Impresa; Luca Pirolo – LUISS Business School, divisione LUISS Guido Carli; Antonio Ricciardi – IPE Business School; Elisabetta Salvati – AFORISMA School of Management; Francesco Venier – MIB Trieste School of
Management; Marco Vergeat – Gruppo Summit.