2020 ASFOR Award for Excellence - Fabiola Gianotti

PROFILO

Fabiola Gianotti ha conseguito un Dottorato di Ricerca in fisica sperimentale delle particelle presso l’Università di Milano nel 1989.
Dal 1994 è ricercatrice nel Dipartimento di Fisica del CERN, il Laboratorio Europeo per la fisica delle particelle, e da agosto 2013 è Professore Onorario all’Università di Edinburgo.
Ha lavorato in numerosi esperimenti del CERN, occupandosi tra l’altro di sviluppo e costruzione di rivelatori e analisi dati. È autrice o coautrice di più di 550 pubblicazioni su riviste scientifiche.
Da marzo 2009 a febbraio 2013 è stata capo progetto (“Spokesperson”) dell’esperimento ATLAS al Large Hadron Collider, una collaborazione di 3000 fisici provenienti da 38 paesi.
Il 4 luglio 2012, ha presentato i risultati della ricerca del bosone di Higgs in uno storico seminario al CERN, evento che ha ufficializzato la scoperta di questa importantissima particella da parte degli esperimenti ATLAS e CMS.
Dal 1° gennaio 2016 ricopre la carica di Direttore Generale del CERN, prima donna in questo ruolo, con un mandato di cinque anni. Nel Novembre del 2019 è stata eletta per un secondo mandato di cinque anni (è la prima volta nella storia del CERN che un Direttore Generale è riconfermato per un secondo mandato completo).
È socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, della National Academy of Sciences degli Stati Uniti, dell’ Académie des Sciences francese, della Royal Irish Academy , della Royal Society, Londra, e della Accademia delle Scienze Russa.
È stata membro di numerosi comitati internazionali, tra cui il comitato consultivo del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon.
Ha ricevuto 12 dottorati honoris causa: dall’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna, dalle Università di Uppsala, McGill (Montreal), Oslo, Edinburgo, Roma Tor Vergata, Napoli, Chicago, Imperial College (Londra), Paris-Sud e Savoie-Mont Blanc, e dal Weizmann Institute (Israele).
Nel 2014 è stata insignita del titolo di Cavaliere di Gran Croce dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Nel 2013 ha ricevuto lo Special Breakthrough Prize in Fundamental Physics, il Premio Enrico Fermi della Società Italiana di Fisica e la Medaglia d'Onore del Niels Bohr Institute di Copenhagen. Nel 2017 le è stata conferita la Medaglia Wilhelm Exner (Vienna) e nel 2018 la Tate Medal for International Leadership dell’American Institute of Physics.
Nel 2011 la rivista Guardian (UK) l’ha inclusa tra le prime cento donne più influenti e nel 2012 la rivista TIME l'ha collocata in quinta posizione nella graduatoria di Persona dell'anno. Il Foreign Policy Magazine (USA) l’ha inserita tra le “Leading Global Thinkers of 2013” e nel 2017 è stata inclusa nella lista delle 100 donne più influenti al mondo secondo la rivista Forbes.

 

MOTIVAZIONI DEL PREMIO

Il Consiglio Direttivo ASFOR ha ritenuto di conferire tale riconoscimento per:

• la rilevanza internazionale della sua attività nella quale ha saputo coniugare l’eccellenza della ricerca scientifica con le capacità manageriali e di leadership, che sono necessarie per svolgere il ruolo di Direttrice Generale del CERN di Ginevra, uno dei più importanti laboratori di fisica nel mondo. Non solo è la prima donna che a partire dal 1 gennaio 2016 ha assunto il ruolo di Direttrice Generale, ma è anche la prima che il 6 novembre 2019 ha ottenuto dal Consiglio un secondo mandato in questo ruolo.
• fra le molteplici attività di ricerca scientifica ed i progetti che l’hanno vista protagonista si richiama il recente progetto di scienza collaborativa, la “piattaforma Zenodo.org”, e l’impegno nel creare una rete internazionale di scienziati per combattere il COVID-19.
• nel suo operato ha saputo coniugare l’eccellenza della ricerca scientifica con una grande capacità di vision, leadership e valorizzazione del capitale umano, diventando ambasciatrice della migliore Italia.

Non hai un account? Contattaci subito!

Accedi con le tue credenziali